Renate-Feralpisalò: le interviste ai protagonisti

05-12-2017

#feralpisalò #coppa italia serie c

SALÒ - Al rientro dalla trasferta di Meda contro il Renate, abbiamo raccolto le dichiarazioni dei protagonisti. Al termine del match hanno parlato alla stampa mister Michele Serena e i calciatori Alessandro Livieri e Lamin Jawo. 


RENATE-FERALPISALÒ: LE DICHIARAZIONI POST-PARTITA


MISTER MICHELE SERENA

Essere eliminati non fa piacere, ma sono contento per i ragazzi che si sono affacciati ad una competizione professionistica. C'è chi ha avuto la prima volta oggi, c'è chi è invece è stato confermato. Ma sono contento per tutti i miei giocatori. A Bassano è andata bene nei rigori, oggi siamo usciti. Diciamo che lasciamo la competizione da imbattuti. Sono contento per Jawo, è andato a staccare bene sul gol, ma anche per Tantardini che oggi ha disputato 120 minuti. E' sulla via del pieno recupero e anche oggi ha dimostrato che sta crescendo. Ora c'è il campionato: non ci siamo mai fermati, oggi chi è rimasto a Nuvolento ha svolto una doppia seduta. Pensiamo alla gara con la Triestina.  

LAMIN JAWO

Sono molto contento per il gol anche se c'è rammarico per la sconfitta ai rigori. Il mister ci aveva segnalato la possibilità di colpire sul primo palo nelle palle inattive. Non segno tanto di testa, è merito suo se sono riuscito a trovare la prima rete. Credo che abbiamo fatto una buona gara e torneremo subito a pensare al campionato. Tutte le partite sono difficili e dunque anche a Trieste non sarà da meno. Abbiamo ritrovato continuità grazie a questo gruppo: sono tutti concentrati per lavorare al meglio. Talvolta si sbaglia ma si continua a lavorare per andare avanti.  

ALESSANDRO LIVIERI

I rigori sono una lotteria. Ti possono andare bene o male, ma prendo quello che è stato di buono. Abbiamo fatto una gara di sacrificio, senza mai mollare. Siamo partiti un po' contratti ma poi ci siamo lasciati andare. Abbiamo fatto una buona prova, su un campo difficile e contro una squadra ostica. Torniamo a casa amareggiati ma ci prepareremo bene per Trieste. Mi avrebbe fatto piacere vincere per dedicare il successo a mio nonno venuto a mancare in settimana, ma sono convinto che sarà stato comunque contento della nostra partita.