Triestina-Feralpisalò: intervista di vigilia a mister Michele Serena

08-12-2017

#feralpisalò #prima squadra

SALÒ - Feralpisalò in partenza per Trieste. I Leoni del Garda si sono allenati in mattinata al centro sportivo di Prevalle. Mister Michele Serena analizza così il match in programma domani allo stadio "Nereo Rocco". 


Ultima partita per chiudere il girone di andata nel modo migliore.

Questo è l'obiettivo, ma sappiamo che non sarà assolutamente facile. La Triestina è una squadra dalla grande storia ed è altrettanto ambiziosa. Quest'anno è ritornata nel calcio professionistico, hanno voglia e fame. Come noi. Nelle ultime partite abbiamo saputo ritrovare punti importanti e dobbiamo continuare così: i ragazzi hanno fatto molto bene nelle ultime partite, dimostrando concretezza e spirito di sacrificio. Caratteristiche che saranno oltremodo fondamentali anche nella giornata di domani. Dopo la partita di Trieste seguirà il turno di riposo. Anche per questo motivo dobbiamo pensare di dare tutto quello che abbiamo e fare il nostro massimo.  


Nelle ultime settimane la squadra ha trovato una sua quadratura con il 4-3-1-2.

A inizio stagione abbiamo provato diverse soluzioni. Alla lunga la squadra sta trovando una buona identità con questo modulo. Si inizia a vedere una squadra più sciolta nei movimenti. E questo può sicuramente giovare in termini di risultati.  

Classifica corta, ma tanti scontri diretti in programma in queste ultime giornate del girone di andata.  

Il torneo è livellato. Ogni settimana ci sono risultati non scontati. Proprio per questo dobbiamo trovare la giusta continuità per rimanere nel lotto delle squadre di alta classifica.  

La settimana è stata scandita dalla gara di Coppa Italia. Ha influito nella preparazione?  

No, anche perché molti ragazzi hanno proseguito gli allenamenti a Nuvolento disputando una preparazione in linea a quella delle settimane tradizionali. Chi ha giocato mercoledì ha fatto bene e hanno già recuperato le forze per essere a disposizione domani. Abbiamo recuperato Ferretti e Vitofrancesco che partono col gruppo. Jawo invece non è al meglio a causa di un affaticamento e preferiamo non rischiarlo.