Toscano: ''Triestina ha vinto con il minimo sforzo. E' quello che fa arrabbiare''

20-04-2019

#feralpisalò #prima squadra
feralpisalo triestina interviste


PRESIDENTE GIUSEPPE PASINI

Oggi purtroppo non c'è molto da dire. Noi non abbiamo giocato la partita che dovevamo giocare. Sappiamo che squadra è la Triestina: nel primo tempo hanno dominato. Sono deluso, speravo in una partita diversa. Nelle ultime due non abbiamo fatto bene, ora ne abbiamo due fondamentali. Non dobbiamo mollare. 


MISTER DOMENICO TOSCANO

Nella partita più importante di questo finale di campionato non abbiamo fatto la partita che dovevamo. La Triestina ha vinto con il minimo sforzo e questo è quello che fa arrabbiare di più. Ci aspetta ancora tanta strada. Ne parleremo martedì. Non è la vera Feralpisalò: in altre circostanze i ragazzi hanno dimostrato di fare ben altre partite. Stiamo attraversando un momento poco brillante, soprattutto di testa. Oggi non siamo riusciti a reagire allo svantaggio: nel secondo tempo abbiamo avuto qualche occasione, ma ci sono mancate la rabbia e determinazione per riaprire la partita.


ANDREA CARACCIOLO

La squadra si è impegnata. Dobbiamo essere bravi a voltare pagina per tornare ad essere la squadra che eravamo qualche partita fa. Non abbiamo azzeccato la partita, loro hanno giocato meglio e hanno vinto più contrasti. Abbiamo perso meritatamente. Ora dobbiamo fare del nostro meglio, perché più in alto arrivi in classifica e meno partite fai nei playoff. Questa partita ci deve innervosire. Noi abbiamo sbagliato e loro ne hanno approfittato. Rigore? Ero forse nervoso, ho preso bene il pallone ma l'ho sbagliato. 


ELIA LEGATI

E' giusto che anche noi nel momento in cui l'avversario fa meglio dobbiamo ammetterlo senza giri di parole. La Triestina ha meritato e merita di arrivare seconda. Abbiamo speso tanto e, non è un alibi, abbiamo corso tanto ma forse male. Abbiamo messo in campo tutto e non è bastato. Non dobbiamo fare drammi: ci auspicavamo tutti un finale diverso però purtroppo non è così. Non dobbiamo demoralizzarci: ci sono ancora due partite. L'obiettivo è arrivare terzi, non è facile perché abbiamo lo scontro diretto a sfavore. Le partite sono difficili per noi e per l'Imolese. Dobbiamo rimboccarci le maniche, in silenzio e lavorare.